Spettacoli- Princese

in collaborazione con
Trasgressione.net – Teatri delle Diversità – Prison Art Network – Movable Barres – DonneTeatroDiritti (con il contributo di Fondazione Cariplo)

Dedicato ad Alda Merini

“E’ bello quando l’uomo riesce a trovare e cercare Poesia in un luogo di detenzione che io chiamo prigione.
Ma l’uomo non deve dimenticare che vive nella prigione del suo corpo e dei suoi pensieri.
Quindi anche il detenuto ha diritto al suo spazio di libertà e alla sua anima.
Forse il giudizio degli uomini non è altro che un giudizio divino perché l’uomo affini e colmi la sua spiritualità, e forse la durezza delle leggi potrà nulla contro la speranza che c’è in ognuno di noi. Siate benedetti Voi che riuscite a cantare la sacralità delle prigioni, pensate a quanti fiori di preghiera possono nascere dal vostro labbro, e che ci sono fiori bellissimi che vivono avvinghiati ad una sbarra. Forse qualcuno morirà dietro a questa sbarra ma comunque il dolore è una grande semina, e se non servirà a voi servirà alle nuove generazioni che dal Vostro dolore faranno nascere nuova letizia.”

Alda Merini per le donne del laboratorio di teatro di San Vittore.

regia e drammaturgia Donatella Massimilla

con Gilberta Crispino, Donatella Massimilla e Francesca Romana Nascè

le canzoni di Fabrizio De Andrè eseguite dal vivo da Juri Aparo (trasgressione.net)

performance video Fabio Giorgetti (blowaz.net)

Quasi come in un “documentario teatrale” Donatella Massimilla ha cominciato a raccontare 15 anni di “teatro recluso” con alcuni dei suoi attori ex detenuti in “Diario di bordo. Memorie di teatro e carcere sezione maschile”.
“Princese. Diario di bordo. Memorie di teatro e carcere sezione femminile” (Estate Romana ’07, Teatro Verdi, MI ’08) è un secondo capitolo dedicato alla sezione femminile.

La narrazione è essenziale, scarna come gli ambienti che hanno ospitato queste storie, il carcere appunto; a volte surreale, perché la reclusione alla fine ci mette davanti a contraddizioni e sorprese che nel mondo esterno difficilmente noteremmo.

La regista Donatella MassimiIla insieme alle attrici Gilberta Crispino e Francesca Romana Nascè, fanno rivivere un Diario di bordo intenso e insolito, accompagnato dalle canzoni di Fabrizio De Andrè, eseguite dal vivo da Juri Aparo, psicologo e fondatore del Gruppo della Trasgressione nelle carceri di San Vittore, Opera e Bollate e dalle immagini video di momenti rubati dai tanti laboratori del CETEC nei luoghi reclusi italiani ed europei.

“Erano più di dieci le donne di ALICE: Rita, Pia, Nanda, Marisa, Lina, Edda di Zogno, provincia di Bergamo…. “
Princese racconta le storie di tante donne recluse, con la dolcezza e l’incanto che possono nascere solo da una profonda conoscenza della diversità di genere.

Contattaci

Contattaci per informazioni relative ai nostri eventi.

Not readable? Change text. captcha txt

Start typing and press Enter to search