top_spettacoli

Il filo che lega gli spettacoli del CETEC è la volontà di integrazione attraverso l’arte e del “racconto di se”. Partendo da storie di marginalità, la regista Donatella Massimilla “sovverte l’esclusione” lavorando con attori di differenti nazionalità, provenienti da esperienze artistiche e luoghi molto diversi: detenuti ed ex detenuti, disabili, soggetti che soffrono di disturbi psichiatrici, senza tetto, donne a rischio di emarginazione e artisti impegnati su vari fronti nella lotta per l’integrazione dei soggetti svantaggiati attraverso le arti.

Nella ricerca artistica del CETEC la drammaturgia si intreccia profondamente con l’ “autodrammaturgia” degli artisti coinvolti per restituire sul palcoscenico non solo “storie” ma sopratutto vissuti e possibilità di cambiamento.

 

La Casa di Bernarda Alba

No Kissing

Lezioni di astronomia

Princese. Diario di bordo. Memorie di teatro e carcere sezione femminile

Victoria Station

Il progetto di Bach e Mozart

Contattaci

Contattaci per informazioni relative ai nostri eventi.

Not readable? Change text. captcha txt

Start typing and press Enter to search